Sarago

LE SPECIE DI PESCE, MOLLUSCHI E ALTRI "PRODOTTI" > Sarago

 
Sarago - GAC
Nome scientifico
Diplodus vulgaris
Famiglia
Sparidae
Ordine
Perciformes
 


Sarago

Ha un corpo ovale relativamente alto e compresso lateralmente.
La colorazione del dorso è bruno olivastra, argentea sui fianchi, dove sono presenti 7-9 linee dorate. Caratteristica è la presenza di due larghe fasce nere verticali situate una in prossimità dell’opercolo branchiale, l’altra sul peduncolo caudale.
Nel Mar Mediterraneo raggiunge una lunghezza massima di 30 - 40 cm, ma comunemente si trova ad una lunghezza non superiore a 22 cm.
È una specie costiera che predilige fondi rocciosi o sabbiosi, ma raggiunge profondità di 70 m.
I giovani si trovano spesso tra le praterie di Posidonia.
Il sarago ha abitudini gregarie (vive in piccoli banchi).
È un predatore, infatti si nutre di invertebrati bentonici (molluschi, crostacei, vermi policheti, cefalopodi e gasteropodi).
Viene pescato in modo professionale, con reti a strascico, con palangari di profondità, con reti a circuitazione (cianciolo) e con reti da posta. È commercializzato principalmente fresco, ha carni ottime, sode e saporite. Dal punto di vista nutrizionale, il sarago può essere considerata una specie non grassa e digeribile.

 

Sarago - Extra 1
Sarago - Extra 1
Sarago - Extra 3

Dimensione media

22 cm

Dimensione massima

40 cm

100 grammi di Sarago contengono 15.9 g di proteine, 1.2 g di carboidrati e 4.4 g di grassi con un contenuto medio basso in colesterolo (70 mg).

Condividi questo contenuto attraverso i social network oppure inviando il link con una mail!
 
 
Questo sito utilizza i cookies: proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo.   Informativa Chiudi